PERIPATETICA

E un termine ironico, beffardo, che viene dal greco “peripatetikòs”,  parola formata dalla particella “perì” (intorno), e da “patèo”: cammino, dalla stessa tradice di “patòs” (passo, piede). Peripatos vuol dire “passeggiata”.
Il peripatetico: per così dire, il passeggiatore, era il filosofo seguace di Aristotele  che faceva lezione ai propri allievi passeggiando nel giardino della scuola da lui fondata nel 336 a.C: il Liceo, detto così perché dedicato ad Apollo Licio, definito anche, per i motivi  su riportati, “Peripàto”.
Declinato ironicamente al femminile, la peripatetica diventa la passeggiatrice: la prostituta che attende i suoi clienti “passeggiando su e giù” per la strada.
La solita vecchissima storia: il peripatetico (sostantivo singolare maschile) è un rispettabilissimo filosofo: la peripatetica (sostantivo singolare femminile) è una puttana da quattro soldi.