COCOTTE

In Francia la “cocotte” è una casseruola: la “cocotte minute” è invece la pentola a pressione. Ma cocotte significa anche, nel linguaggio infantile,  gallinella, pollastrella.

In italiano, cocotte vuol dire cattiva donna, prostituta.
Pochi ricordano che la famosa espressione “non amo che le rose che non colsi” del poeta crepuscolare Guido Gozzano è tratta da una sua lunga poesia intitolata appunto “Cocotte”.
In questa lirica il poeta  ricorda in lontanissimo incontro su una spiaggia del Tirreno con una “cattiva signorina”, della quale, bambino (aveva quattro anni!) aveva risvegliato gli istinti materni frustrati dalla propria professione.
I genitori del poeta l’avevano definita “una cocotte”, e avevano esortato il figlioletto a non rivolgerle più la parola…